sabato, Luglio 4

Tutti a merenda con OttO fm!

0

Com’erano i pomeriggi dei bambini e delle bambine negli Anni Ottanta?

Si correva e si facevano le acrobazie con le BMX, si leggevano i giornaletti, si giocava a “Un due tre stella”, si guardava Bim Bum Bam e c’erano tante, troppe merende. Merende e sorprese. Molti di questi snacks oggi sono scomparsi per le ragioni più svariate. Può capitare infatti che le merende, così come tutti gli altri beni di consumo, escano di produzione per differenti ragioni (a parte la presenza di Olio di palma…)

Ragazzi di OttO fm, vi ricordate cosa portavate in cartella alle elementari?

E’ vero che ci sono alcune merendine sopravvissute e altre scomparse o modificate, che hanno il potere di riportarci a un periodo lontano, fatto di campanelle, maestre e diari. Una cosa è certa: quelle sopravvissute si sono terribilmente rimpicciolite! O siamo noi che siamo cresciuti?

Per esempio, la mitica Kinder Brioss figura ancora tra le merende di molti bambini nati dopo il 2000, così come la Fiesta o il Galak.

A causa del.. vegan imperante sono tornate anche le Camille! La Ciambella Mr Day non è mai sparita. Ma il Raider è diventato il Twix.

Forse l’emblema stesso della merenda Anni Ottanta firmata Mulino Bianco. Vi ricordate dello gnomo mugnaio con (pochi) capelli rossi, perennemente innamorato della bionda e procace Clementina? Si passava con disinvoltura dal Tegolino al Soldino (che si scioglieva nella cartella per diventare un agglomerato cioccolatoso), forse anche per collezionare le sorpresine rigorosamente contenute nella confezione a forma di scatola di fiammiferi…

C’era poi lei, la Girella.

Un’istituzione, un vortice di cioccolato che ti rapiva, lasciandoti stordita con le mani appiccicose da mettere rigorosamente in bocca per terminare la merenda.

 

E prima dei Loacker?

C’era la Saiwa a rendere croccanti le merende. Che non si limitava ai wafer ma cercava anche di migliorare il nostro inglese con i biscotti Uao Saiwa

 

A chi non è capitato di provare un tuffo al cuore notando sugli scaffali del supermercato Ciocorì e Biancorì? Impazzavano negli Anni Ottanta!

Erano golosi e croccanti insieme.

E poi c’erano i due roditori, già politically correct all’epoca.

E non si poteva mangiare senza adeguato rifornimento di liquidi, che spesso era costituito dal Billy!

Forse ci avevano fatto il lavaggio del cervello oppure il Billy aveva il monopolio dei succhi di frutta in Italia: fatto sta che non c’era gita o intervallo senza un Billy da bere.

Share.

Leave A Reply