sabato, gennaio 20

L’attesa del Natale negli anni 80

0
Che bello che era il Natale quando eravamo piccoli.
Ve lo ricordate?
Vi ricordate che atmosfera magica si respirava veramente?
Non come quella che c’è oggi.
Il nostro Natale, quello degli anni 80
L’atmosfera natalizia cominciava i primi di Dicembre quando in televisione facevano vedere tutte le pubblicità dei dolci tipici.
Il pandoro della Bauli – ba ba ba baciamoci – il Tartufon “c’est bon!”, i torroncini del Cavalier Condorelli – è sempre un piacere! – e tante altre!
Era fantastica quella del panettone Bistefani, dove l’omonimo Signore discuteva col suo pasticcere sulla forma non classica del dolce per poi concludere il discorso con la famosissima frase “Ma chi sono io? Babbo Natale??” proprio mentre cappello barba e vestito lo facevano diventare un “Babbo” in tutto e per tutto col jingle che partiva!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Tornavamo a casa con gli splendidi cataloghi della MATTEL, della GIG – GIG è Bel – della LEGO, dei PLAYMOBIL – e, per chi aveva fratelli o sorelle più grandi come me, anche i cataloghi della “prima” elettronica come quelli della PANASONIC sui quali trovavi le VHS, le prime telecamere – enormi – i classicissimi videoregistratori e i walkman!

Immagine

Immagine

 Riguardando questi cataloghi rimaniamo a bocca aperta vedendo i prezzi che avevano certi giocattoli!
Ad esempio il circo dei Playmobil, nel 1988, costava  90.000 Lire! E la Bebi Mia? 149.000 Lire!

Immagine

Immagine

Il Natale degli anni 80 però, insieme a tutti questi meravigliosi ricordi, è associato sempre e comunque alla bellissima e nostalgica pubblicità della Coca Cola, dove un gruppo di persone con in mano una candela cantava la canzone di Natale fino a quando l’immagine si allontanava e mostrava che tutti insieme formavano un mega albero di Natale…

 

Share.

Leave A Reply