mercoledì, ottobre 17

Guè Pequeno come Drake, sceglie di riportare al successo un vecchio brano: si tratta di “Oro” di Mango

0

Il rapper milanese Guè Pequeno ha recentemente presentato il nuovo album Sinatra.
A poco più di un anno dall’uscita di Gentleman, che lo aveva già visto collaborare con giovani esponenti della trap italiana come Sfera Ebbasta (entrambi collaboratori della crew internazionale BHMG), Tony Effe della Dark Polo Gang e il produttore Charlie Charles; ritorna con un prodotto discografico ancora più moderno.
In Sinatra si può notare il ritorno del connubbio con El Micha, con cui era nata la hit estiva del 2017 Milionariosi e si ritrovano collaborazioni con giovani esponenti della trap come DrefGold e Capo Plaza. Ma il nuovo disco de il Guercio non vuole strizzare l’occhio alla trap solo per una questione di moda, o per non abbandonare le classifiche e restare sempre gradito al pubblico più giovane, perché con un ascolto attento si può leggere tra le righe la voglia di sperimentare, di cavalcare diversi generi e raccontare la cultura rap vissuta da Guè in prima persona: la voglia di old school rap, del brano con il rapper romano Noyz Narcos e le collaborazioni pop con Elodie e Frah Quintale, ne sono un chiaro esempio. Un’altra particolarità del disco è sicuramente il desiderio di riportare al successo un vecchio brano italiano: la scelta è ricaduta su Oro (rinomitata Bling Bling) del defunto cantautore Mango, reinterpretata in chiave rap, ma utilizzando nel ritornello la stessa voce di Mango.
Una scelta simile a quella fatta dal rapper americano Drake (nell’album Scorpion in Don’t Matter to Me, ha utilizzato campionamenti della voce di Michael Jackson), che aveva spiegato che fin dagli inizi della sua carriera avrebbe voluto collaborare con il re del pop Jacko: nel caso di Guè, non sappiamo se si tratta di una motivazione simile a quella di Drake, ma sicuramente la voglia era quella di reinterpretare un grande successo italiano, come era stato fatto per la canzone Gli Anni di Max Pezzali, reinterpretata con Jake la Furia ai tempi dei Club Dogo.

Share.

Leave A Reply