sabato, gennaio 20

Gli Anni Ottanta di Carmen Russo

0

Poca importanza ha l’età anagrafica, Carmen Russo te la ricordi ieri, oggi e pure domani.

Poca importanza ha l’età anagrafica, Carmen Russo te la ricordi ieri, oggi e pure domani. Icona della commedia sexy all’italiana, protagonista della lovestory più iconica degli Anni Ottanta, concorrente iconica di programmi televisivi iconici. La biografia di Carmen Russo è tutto un va e vieni di interpretazioni, partecipazioni, comparsate e risate, Risatissime. Nata a Genova il 3 ottobre del 1959, oggi Carmen Russo è tra i volti che hanno fatto (e continuano a fare) la storia del tubo catodico made in Italì. Nel ’74 inizia a far parlare di sé per la vittoria del titolo Miss Liguria e le prime esperienze romane sul piccolo schermo, nel 2017 continua a far parlare di sé per la scelta di diventare mamma a 50 anni, per la scelta di pubblicare un tormentone estivo a 60 anni, per la sua partecipazione al Grande Fratello Vip

Corpo da pin-up, allure total Ottanta, sono le carte in regola per diventare la protagonista di una serie di film sbancabotteghino, da Mia moglie torna a scuola a L’infermiera nella corsia dei militari. Sono le carte vincenti per diventare la magnate del porno soft all’italiana, per diventare – con la sua quinta misura di seno – il sogno nel comodino del maschio italiano. Con lo pseudonimo di Carmen Bizet, poi, Carmen Russo ha girato alcune pellicole erotiche da Buone come il pane a Giovani, belle e probabilmente ricche. In tv è protagonista alla fine degli anni Settanta di alcuni spot e trasmissioni, su tutte Portobello di Enzo Tortora. Ma sarà il decennio successivo ad essere una svolta per la sua carriera.

Il successo nudo e crudo per Carmen arriva infatti nell’autunno del 1983 quando, passata alla Fininvest, prende parte su Italia 1 alla prima edizione di un varietà comico di colui che un giorno sarà il creatore di Striscia la Notizia. Carmen Russo in Drive In di Antonio Ricci veste i panni di cassiera e si esibisce in coreografie e sigle da mille e una notte (fonda). Nel 1985 partecipa alla seconda edizione di Risatissima condotto da Lino Banfi, al varietà Grand Hotel (sì, entrambi i programmi sono un pot-pourri di coreografie di Enzo Paolo Turchi, futuro compagno di una vita). Grazie a queste trasmissioni Carmen Russo passa dal ballo al canto, dalla recitazione di sketch comici alla scrittura (pubblicando il libro La mia nuda verità), riuscendo così a emanciparsi dalla semplice immagine di sex-symbol.

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi. “Sexy anche per il sì” titolava la prima pagina di Tv Sorrisi e Canzoni datato 1988. In copertina Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi, sposini novelli, sono la coppia più ballerina degli Eighties. Dopo essersi conosciuti, piaciuti, innamorati tra uno stacchetto e l’altro, i due primi ballerini dal monopolio delle scene dei varietà del decennio filano dritti e sgambettanti sull’altare. Protagonisti di programmi televisivi, uno fra tutti Buona Domenica, i due si fanno largo anche all’estero. La partecipazione di Carmen Russo a Vip Noche di Telecinco, il canale della Fininvest in terra iberica, le consacra un forte e doppio sodalizio, con la telé spagnola e con il tubo catodico di Silvio Berlusconi. Successo che avrà un seguito anche nei Duemila, quando nel 2006 entra a competere nel programma Sobrevivientes, vincendo quell’edizione e guadagnandosi l’affetto del pubblico spagnolo.

La vittoria è anche frutto dell’esperienza di 3 anni prima sulle spiagge dell’Honduras, in gioco nell’italianissima nona edizione dell’Isola dei Famosi Carmen Russo divide il piccolo schermo con Cristiano Malgioglio e Valeria Marini.

Viva Carmen! Voto OttO

 

Share.

Leave A Reply