venerdì, Settembre 20

Birthday remembrance to Joe Strummer

0

Il murales dedicato a Joe Strummer nell’East Village di New York
Alba di un nuovo decennio, il 1980 è un anno di tristi lutti e grandi cambiamenti.La cerimonia funebre del presidente Tito diventa un evento diplomatico senza precedenti, mentre il candidato repubblicano Ronald Reagan scalza Jimmy Carter dopo l’inizio della crisi con l’Iran. Il 2 agosto i terroristi fanno saltare in aria la stazione centrale di Bologna, uccidendo più di 80 persone. In un ospedale di New York, a dicembre, muore John Lennon assassinato dall’ossessionato fan Mark David Chapman. Il mondo della musica piange l’ex Beatle ma sorride al primo vagito di una band di Athens, i Rem e ascolta “Boy”, intenso debutto degli U2. Nuove ondate sonore portano avanti, cambiando direzioni e sentieri, la lezione arrabbiata e sboccata del punk.
Il suo cuore punk decise di smettere di suonare 15 anni fa. Fu così che, a causa di una malattia congenita, Joe Strummer, un’icona musicale e politica, una delle leggende del punk sperimentale negli anni ’80, un pacifista radicale, ci lasciò.
John Graham Mellor, questo il suo nome di battesimo, scandì la sua vita a tempo di musica, vivendola freneticamente, mordendola in modo vorace e aggressivo, gustandone a pieno gioie e dolori. Era il 22 dicembre del 2002, e il leader indiscusso di uno dei punk più famosi di tutti i tempi, i Clash, volò via. Era il 1970 quando, con la morte del fratello maggiore, decise di andare via di casa per vivere in strada come uno squatter iniziando a suonare per le strade londinesi, acquisendo il soprannome Strummer, strimpellatore, per la sua tecnica chitarristica rozza.
Era il 1977 quando i Clash riuscirono a rubare la scena al gruppo che quel punk sporco e grezzo l’aveva inventato, i Sex Pistols. In modo pungente e liberale.
Era il 1985 quando l’idillio delle canzoni di protesta si sciolse, come il gruppo. Lasciando a Strummer il tempo di dedicarsi alla composizione di colonne sonore per il cinema per poi fondare nel 95 una nuova band, Joe Strummer & The Mescaleros.

Share.

Leave A Reply