domenica, settembre 23

Arriva Burian. Ma la vera ..buriana è Ottanta!

0

In Italia si attende l’arrivo del gelo.

Ma noi che abbiamo vissuto gli Anni Ottanta ben sappiamo che Burian non riuscirà a causare gli stessi effetti del 1985. Quella è passata alla storia come la “nevicata del secolo”.

Tra il 13 e il 17 gennaio 1985 il Nord Italia fu flagellato dal gelo. Su Milano caddero ben 90 centimetri di neve dopo tre giorni e quattro notti di precipitazioni continue. Un fenomeno che creò disagi e gravi danni a strade, case ed edifici per un totale di oltre 250 miliardi di lire. Per “liberare” il capoluogo lombardo fu necessario addirittura l’intervento dell’esercito.

 

Dopo una notte il livello della neve aveva raggiunto 25 centimetri, paralizzando letteralmente il traffico, anche negli aeroporti. La mattina del 16 gennaio l’emergenza diventa “ufficiale”: il Nord è letteralmente sommerso. Lo scenario di Milano in quei giorni era surreale: nelle strade totalmente imbiancate si riversarono orde di bambini in slittino e di adulti in sci.

 

Furono feroci le polemiche contro l’amministrazione comunale di allora, rea di aver messo a disposizione un numero esiguo di spazzaneve. Bisogna ricordare, però, che gran parte delle attrezzature antineve della metropoli lombarda erano state precedentemente inviate a Roma, dove rimasero bloccate a partire dal 6 gennaio 1985, a causa di un’altra anomala precipitazione nevosa.

 

L’incredibile mole di neve provocò diversi crolli nel capoluogo lombardo: dal tetto del velodromo Vigorelli alla completa distruzione del nuovo palazzo dello sport in zona San Siro, che non venne mai più ricostruito. La grande nevicata fu preceduta da un eccezionale periodo di gelo: risale al 1985 infatti il record ancora imbattuto di temperatura negativa a Varese città: meno 12, 5 gradi, a cui siamo arrivati al giorno 7 di gennaio.

Il giorno più nevoso è stato il 15 gennaio, dove in 24 ore si sono accumulati 67 centimetri di neve. Nei 4 giorni complessivi su Varese sono caduti 122 centimetri di neve, e al Monte Campo dei Fiori anche di più: li le temperature sono arrivate a – 17°, mentre la neve è arrivata fino a 187 centimetri.

 

Insomma, caro Burian, non ti temiamo!

 

Share.

Leave A Reply