giovedì, novembre 15

24 ottobre 1980: Paul McCartney è l’artista britannico che ha venduto più copie nella storia

0

Dopo essere entrato nel Guinness dei primati nel 1979, il 24 ottobre 1980 Paul McCartney riceveva un’altra speciale onoreficienza: una medaglia consegnata direttamente dal governo britannico dopo essere stato indicato come l’artista inglese che ha fatto vendere più copie nella storia.
L’esordio da solista negli anni 70′ è stata l’occasione per fare uscire diversi brani come Junk e Maybe i’m amazed, scritti all’epoca dei Beatles ma mai pubblicati, seguiti da Another Day e Uncle Albert/Admiral Halsey e dal disco Ram.
Ma la voglia di tornare a far parte di un gruppo lo hanno spinto a fondare con il chitarrista dei Moody Blues, Danny Laine, la band degli Wings e a produrre i dischi di successo Red Rose Speedway e Live and Let Die, dopo gli esordi non eccezionali. Nel corso della loro storia i The Wings hanno visto la partecipazione di diversi musicisti per poi concludere questo percorso, nel 1979, con l’album Back to the Egg.
Tutte premesse che sono valse il riconoscimento della medaglia al valore nonché il proseguimento della carriera da solista negli anni ’80 con collaborazioni e apparizioni dal vivo in tutto il mondo: non solo Gran Bretagna, ma anche Stati Uniti, Russia ed est Europa, fino anche ad una apparizione al Festival di Sanremo nel 1988.
(Redazione OttOfm)

Share.

Leave A Reply