domenica, Febbraio 17

18 ottobre 1985: nelle sale cinematografiche di tutta Italia usciva il mitico Ritorno al Futuro

0

Era il 18 ottobre ’85 il giorno di uscita nei cinema di tutta Italia del primo episodio che poi diede il via all’omonima trilogia: Ritorno al Futuro.
In una delle icone del cinema anni 80′, Marty, grazie alla macchina del tempo ideata dallo scienziato e amico Doc ritornava nel 1955. La macchina del tempo era l’automobile DeLorean DMC-12 con la quale lo sfortunato protagonista si ritrova senza benzina ed è costretto a farsi aiutare dalla versione più giovane di Doc che, incredulo e perplesso su tutta la vicenda, decide lo stesso di aiutarlo per farlo tornare negli anni 80′. Ma non si è trattato dell’unico incontro shock del film: Marty conoscerà anche i suoi genitori all’epoca in cui erano dei teenager, favorendone l’incontro da cui nascerà poi la loro relazione.
Vi è una curiosità legata alla colonna sonora: in questa è presente il brano The Power of Love di Huey Lewis and the News, che viene riprodotto all’inizio del film.

E’ proprio Huey Lewis che, nelle battute iniziali della pellicola, riveste il ruolo del professore che sta selezionando le band che si esibiranno alla festa delle scuole. Marty e la sua band verranno scartati dal cantante dopo aver suonato proprio il suo brano The Power of Love.
Un’altra curiosità del film è legata ad un gioco di parole della versione italiana: tornando negli anni ’50 Marty ordina in un bar una Pepsi Free, versione della nota bevanda Pepsi senza caffeina prodotta soltanto tra il 1982 e il 1987. Il barista interpreta come una “Pepsi gratis” l’ordinazione del protagonista e l’uomo risponde che nel locale non si fa credito a nessuno. Nella versione italiana non è stato specificato che la Pepsi doveva essere quella senza caffeina e questo ha fatto nascere lo strano dialogo nel quale Marty chiedeva “Una Pepsi Senza” – traduzione letterale dall’inglese – da cui gli autori hanno fatto nascere la gag del barista: “Senza che? Senza pagare? Hai sbagliato porta”.  (Redazione OttO fm)

Share.

Leave A Reply