sabato, Luglio 4

08/08::::::::Birthday remembrance to BRUNO LAUZI

0

Bruno Lauzi era nato all’Asmara nel 1937 ma era cresciuto a Genova. Dopo il ’56, Lauzi trasferitosi a Varese, conosce e collabora con Piero Chiara alla nascita del quindicinale politico liberale “L’Altolombardo”. Poi scopre la canzone francese di Brassens, Brel, Aznavour e compone il brano che darà l’impronta a tutta la sua produzione artistica futura: “Il poeta”. Il cantautore genovese iniziò a frequentare e conoscere l’ambiente artistico milanese di quegli anni, dai “Gufi” ad Enzo Jannacci e a lavorare al mitico “Derby” di Milano. Alla fine degli anni Sessanta Lauzi conobbe Lucio Battisti ed entrò nella sua casa discografica: la “Numero Uno”. Sono gli anni di brani storici quali “E penso a te”, “L’aquila” e “Amore caro, amore bello”. Lauzi, inoltre, fu anche autore e vinse vari premi della critica discografica con canzoni cantate da lui o scritte per altri quali “Lo straniero” per George Moustaki, “Quanto t’amo” per Johnnny Holliday, “L’appuntamento” per Ornella Vanoni, “Piccolo uomo” per Mia Martini. Scrisse, inoltre, canzoni per bambini tra le quali”La tartaruga”, e “Johnny Bassotto”. 

Share.

Leave A Reply